• Impianti

IMPIANTI

Una soluzione ecologica e conveniente in alternativa o a integrazione dei tradizionali impianti

Riscaldamento a pavimento
Comfort e risparmio energetico

Installare in casa un impianto di riscaldamento a pavimento, al posto dei tradizionali termosifoni, permette un maggior risparmio di calore dal momento che la temperatura usata è bassa e di conseguenza non si generano flussi convettivi che portano il calore in alto.
L`impianto di riscaldamento a pavimento permette di riscaldare solo la parte inferiore dell`ambiente; l`acqua scorre nelle serpentine che passano sotto il pavimento ad una temperatura di circa 30-35°C.

Una temperatura tale da consentire anche un notevole risparmio sulla bolletta elettrica. Infatti, con i tradizionali sistemi di riscaldamento l`acqua scorre ad una temperatura di molto superiore, circa 70-80°C.

Il risparmio, mediante l`utilizzo di un impianto di riscaldamento a pavimento, aumenta se poi si usi come generatore termico una caldaia a condensazione. L`installazione di pannelli radianti, nell`impianto di riscaldamento a pavimento, può essere fatta sia a parete che a pavimento e consente di riscaldare ogni ambiente della casa in maniera uniforme, senza creare correnti e sollevare polvere.

Pompa di calore
Massimo rendimento termico

La Pompa di Calore è una macchina termica in grado di trasferire calore da una sorgente come aria, acqua o suolo, all`aria degli ambienti o all`acqua che scorre nei tubi dell`impianto.
Per funzionare non utilizza combustibili, ma l`energia elettrica.
Il fatto può sembrare naturale, ma è interessante considerare che le pompe di calore operano prelevando il calore da sorgenti a temperatura più bassa per trasferirlo ad utilizzatori ad una temperatura più elevata della sorgente.
Le Pompe di calore hanno un rendimento molto alto rispetto alle caldaie. Si può parlare di un COP (coefficiente di prestazione) intorno a 4

mentre le caldaie a condensazione si fermano su 1. Il COP indica la quantità di lavoro prodotto rispetto all`energia utilizzata. E può sembrare ancor più strano, ma vero, come sia capace di prelevare il calore contenuto in una sorgente ad una temperatura di 12° C e utilizzarlo per riscaldare dell`acqua fino a 50° C ed anche oltre, utilizzando circa un quinto dell`energia impiegata per lo stesso scopo da una tradizionale caldaia.
Il funzionamento è quello dei tradizionali “condizionatori” in espansione diretta, che raffrescano un ambiente, prelevando il calore contenuto nell`aria dell`ambiente stesso e portandolo all`esterno.

L`insieme delle operazioni compiute dalla pompa di calore è detto ciclo frigorifero, attuato da componenti quali compressore, condensatore ed evaporatore.
Il senso di funzionamento della pompa di calore può essere invertito, permettendo di utilizzare lo stesso impianto di riscaldamento invernale (realizzato con alcuni piccoli accorgimenti) per raffrescare d`estate.

Caldaia a biomassa
Acqua calda sanitaria e riscaldamento a emissioni zero

Con lo sviluppo di nuove tecnologie gli impianti di riscaldamento a biomassa si sono evoluti in maniera considerevole, raggiungendo livelli di efficienza e di affidabilità simili ai normali impianti a gas o gasolio.
Le caldaie a biomassa permettono di utilizzare la risorse ecologiche tipo legno, pellet, nocciolino, mais e triti variper soddisfare il fabbisogno termico con rendimenti che superano il 90%, avendo la giusta

considerazione per i vincoli ambientali sulle emissioni. Le caldaie a biomassa si possono installare per soddisfare tutte le necessità di riscaldamento e produzione di acqua calda per ville appartamenti, aziende, agriturismi ecc.
Per installare un impianto di riscaldamento a biomassa e` necessario considerare che questo sistema, ha bisogno di maggiore spazio rispetto ai sistemi tradizionali, oltre che per il posizionamento della caldaia anche per il

deposito del combustibile.
Il locale della caldaia a biomassa deve essere spazioso, ben areato e deve poter accogliere anche il kit per l`acqua calda sanitaria. Nell`impianto di riscaldamento a biomassa bisogna tenere in considerazione un importante aspetto, la canna fumaria deve evacuare i fumi nel giusto modo, per assicurare, con un adeguato tiraggio, l`ottimale funzionamento della caldaia stessa.

Ventilazione controllata
Fai respirare la tua casa

I sistemi di ventilazione controllata sono impianti che consentono di gestire il ricambio dell`aria di un ambiente con l`esterno, tramite condotte di ventilazione forzata, collegate con gli ambienti interni da aspiratori e da diffusori.

Sistemi a recupero energetico
I sistemi di ventilazione controllata a recupero energetico consentono in più di recuperare

parzialmente l`energia di raffreddamento o riscaldamento che verrebbe persa con un ricambio d`aria semplice. Questo avviene grazie all`impiego di scambiatori di calore, in cui i flussi d`aria in uscita ed entrata vengono incrociati, in modo che un flusso riscaldi l`altro mentre si raffredda. In questo modo, d`inverno l`aria che esce riscalda quella che entra, mentre d`estate avviene l`inverso.

Una sistema a ventilazione controllata di questo tipo è indispensabile negli edifici ad alto isolamento termico, quali le case passive.